Una delle novità del 2020 in materia di detrazione fiscale è l’emanazione del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 denominato Decreto Rilancio, che ha incrementato l’aliquota di detrazione al 110% a fronte di interventi per l’efficienza energetica, di riduzione del rischio sismico, di installazione di impianti fotovoltaici e di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

Il superbonus può essere richiesto per interventi effettuati su parti comuni di edifici o unità immobiliari funzionalmente indipendenti e dotati di uno o più accessi dall’esterno, sia in edifici plurifamiliari nonché su singole unità immobiliari.

 

Quali interventi rientrano nel superbonus 110%

 

L’articolo 119 del Decreto Rilancio prevede la detrazione fiscale per gli interventi sostenuti nel periodo compreso tra il 1° Luglio 2020 e il 31 Dicembre 2021. Gli interventi ammissibili cosiddetti trainanti consistono in:

  • Isolamento termico;
  • Sostituzione impianti;
  • Interventi per la riduzione del rischio sismico.

Congiuntamente agli interventi cosiddetti trainanti possono essere ammessi alla detrazione fiscale con Superbonus 110% anche altri interventi denominati trainati, a patto che vengano abbinati con uno degli interventi trainanti, ovvero:

  • Efficientamento energetico;
  • Installazione di infrastrutture per ricarica di veicoli elettrici.

 

Requisiti per accedere al superbonus

 

Al fine di poter accedere al superbonus l’unità immobiliare dovrà apportare  un miglioramento  minimo di due classi energetiche. Il miglioramento energetico è dimostrato dall’attestato di prestazione energetica APE da effettuare prima e dopo l’intervento  a cura di un Tecnico abilitato nella forma della dichiarazione asseverata.

 

Superbonus e categorie catastali ammesse

 

Al superbonus possono accedere tutte le unità immobiliari di carattere abitativo di categoria catastale A ad esclusione delle categorie A1 (abitazioni signorili) A8 (ville) A9 (castelli).

 

Chi può usufruire del superbonus

 

Il superbonus può essere richiesto dai seguenti soggetti:

  • Condomìni;
  • Persone fisiche;
  • Istituti autonomi case popolari.

I soggetti sono identificati come possessori che detentori di unità immobiliari (diritto reale di usufrutto, uso, abitazione o in base ad un contratto di locazione regolarmente registrato anche mediante finanziaria o di comodato).

 

Metodi di detrazione

 

La detrazione può essere ottenuta sotto forma di sconto da parte dei fornitori dei beni e servizi (sconto in fattura) oppure per mezzo della cessione del credito. Fondamentale è sapere che l’agevolazione è ammessa entro il limite che trova capienza nell’imposta annua derivante dalla dichiarazione dei redditi.

 

L’agenzia delle Entrate da anni ha messo a disposizione strumenti per la detrazione fiscale a fronte di interventi per l’efficientamento energetico come l’ecobonus e il bonus facciate e per la riduzione del rischio sismico con il sisma bonus. Rudellin Group ha sviluppato nell’arco degli anni una maturata esperienza nel campo delle riqualificazioni energetiche e delle detrazioni fiscali condividendo le esperienze progettuali quotidiane con i clienti per trovare le soluzioni più idonee ad ogni casistica in esame.

Lo studio si propone come partner ideale per le ristrutturazioni edilizie e le riqualificazioni energetiche affiancando il cliente passo per passo fino all’ottenimento degli standard desiderati.

 

Rudellin Group opera su tutto il territorio nazionale, nei principali capoluoghi regionali, nelle province di Città Metropolitana di Milano, Monza Brianza, Como, Varese, Bergamo, Brescia, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Pavia, Sondrio. A titolo esemplificativo, il nostro team ha partecipato ad importanti progettazioni in svariati comuni, alcuni dei quali Paderno Dugnano, Cormano, Bollate, Muggiò, Cesano Maderno, Desio, Monza, Lissone, Macherio, Villasanta, Biassono, Vimercate, Cusano Milanino, Cinisello Balsamo, Sesto San Giovanni, Cologno Monzese, Varese, Como, Lecco, Rescaldina, Rho, Cerro Maggiore, San Vittore Olona, Milano, Novara, Vercelli.